homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamocarrello
astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese
ARTICOLI >> I CHING

I:Ching, detto anche Libro dei Mutamenti, è da tempo accolto positivamente da eminenti filosofi e umanisti, grazie ai suoi contenuti pieni di saggezza, che sono al di fuori del contesto divinatorio.
Per noi occidentali I:Ching rappresenta una nuova fonte di interesse, poiché indica come raggiungere una meta senza utilizzare la razionalità ma la filosofia: non si impongo cambiamenti, ma si indicano strade e spiegazioni del perché una certa situazione esiste e come potrebbe mutare in base a determinati comportamenti.

La Genesi del libro dei I:Ching è sconosciuta e va ben oltre la memoria storica, ma si pensa che possa risalire a più di 5000 anni fa, come dimostrato da alcuni documenti che lo fanno collegare alla figura mistica di Fuhsi, suo inventore. E' contemporaneo dell'oracolo di Delfos, dell'astrologia Azteca, dei Druidi, fratello di tutte le fratellanze di tempi remoti. È anche l'origine di numerose scienze tradizionali; l'agopuntura, il Feng Shui, il Chi kun, il Tailandese Chi.

I:Ching ci trasmette, dalla più profonda notte dei tempi, leggi universali molto semplici circa il Cambiamento ed applicabili a qualunque momento o epoca della nostra vita.

I Padri ispiratori della saggezza dei I:Ching sono il Re Wen, il duca di Chou, Confucio e il già nominato Fuhsi, così come gli Imperatori e i Re delle varie dinastie che si susseguirono nei millenni, e che aggiunsero di volta in volta sentenze e commenti fino a raccogliere 64 Segni (chiamati anche "Esagrammi").

Durante tutta la vita del duca di Chou, I:Ching fu usato come testo oracolare con il titolo "I mutamenti di Chou", e fu in questo periodo che Confucio ne venne a conoscenza, traendone insegnamenti profondi che influirono in maniera determinante sul suo carattere: così come nel libro dei I:Ching, Confucio asseriva che per raggiungere l'armonia dentro di noi e con il mondo bisogna coltivare la propria personalità, rafforzandola e nobilitandola. 
Confucio
contribuì alle stesura della nuova versione del libro aggiungendo commenti che sono riportati in una parte dei testi moderni.

Anche Lao-Tze aveva fatto dei I:Ching una propria filosofia, che si espresse come base per la dottrina taoista da lui fondata, e che comprendeva i valori di amore figliare, devozione, sincerità, compassione, pazienza, semplicità e concordia.

In Cina, durante i secoli successivi e tra alterne fortune, i responsi del libro furono richiesti da filosofi, politici e anche gente comune per avere una indicazione su importanti decisioni da prendere, ed è utilizzato tutt'oggi. 
In Giappone il libro dei I:Ching viene consultato prima di grandi trattative ed è materia di studio nelle Università.

In Europa la diffusione dei I:Ching cominciò nel 1600, portato dai monaci gesuiti, ma che ebbe scarso successo a causa di traduzioni grossolane e poco comprensibili. Soltanto nel 1911, grazie a Richard Wilhelm, missionario e pastore tedesco vissuto in Cina per oltre 20 anni, si iniziò una seria traduzione in tedesco che durò 12 anni, attraversando epoche drammatiche come la rivoluzione cinese del 1911 e la prima guerra mondiale del 1915
Nel 1924 il libro fu finalmente pubblicato e riscosse un immediato e meritato successo non solo in Germania, ma in tutta l'Europa
A questa traduzione in tedesco ne seguirono un'altra in inglese nel 1949, e in italiano nel 1950
Entrambe le traduzioni ebbero l'onore di allegare una prefazione del celebre Carl Gustav Jung, che ne illustrò struttura e impressioni dopo una attenta consultazione.
A partire da allora I:Ching, il Libro dei Mutamenti, divenne una patrimonio culturale e fonte di conforto spirituale per milioni di persone. 

Il Libro dei Mutamenti è probabilmente il libro più vecchio sul pianeta. 

La funzione di reale autore del libro fu inizialmente attribuita a Fu Hsi , il governante della Cina durante il terzo millennio a.C.

Storicamente il libro fu prevalentemente usato come un almanacco per l'agricoltura, la caccia e la pesca, fino a quando il Re Wen, fondatore della dinastia Chou (1150-249 a.C.) non scrisse i saggi sui significati dei 64 Esagrammi.

Il Libro dei Mutamenti è stato usato attraverso i tempi per isolare il presente e predire il futuro.

"Raccogliete tutta la terra nelle vostre mani;
È grande come un chicco di riso."
(Hsueh-feng)


I:Ching è un opera di divinazione, in cui si ricorre a oracoli basati su 64 figure astratte, ognuna composta da sei linee parallele o esagramma composto dal trigramma inferiore  e da quello superiore.
Queste linee sono di solo due tipi: linee divise, dette anche linee negative, e non divise dette positive. 
La loro posizione determina una  delle 64 risposte possibili alla vostra domanda.

Si possono trovare risposte alle nostre decisioni analizzando dati, verificando le circostanze ma, per fare questo abbiamo bisogno di molto tempo e in certe situazioni la tempestività è risolutiva.

Come tutti, probabilmente, la gran parte delle decisioni vengono prese d'istinto, basandosi su sensazioni epidermiche.

I:Ching è un metodo, non è una scienza esatta, è uno strumento utile che si mostrerà efficace  e aiuterà a prendere le decisioni a chi si concentrerà o come dicono in Cina se la persona  che fa la domanda è " nel Tao ..."

Lo Yin e lo Yang sono il simbolo che identifica i due principi antagonisti.

Essi simboleggiano gli eterni contrapposti: 

Positivo/Negativo, 
Si/No, 
Bianco/Nero, 
Giorno/Notte,
Pieno/Vuoto,
Maschio/Femmina, 
Attivo/Passivo 

Ognuno di noi contiene un po' dell'altro di conseguenza l'uomo Yang porta in se una parte femminile così come la donna Yin avrà una parte maschile. 

Nessuno dei due è superiore o inferiore all'altro ma, la loro opposizione è necessaria, perché sono complementari, se non ci fosse l'uno non avrebbe senso l'altro.

Quando si consulta l’Oracolo, si pone una domanda circa ad una situazione per la quale si sta vivendo ed Egli ci indica la direzione del nostro Tao o la direzione naturale o di minore resistenza al Cambiamento che rappresenta quella determinata situazione. I suoi consigli sono completamente puliti e puri. Non parla di buono o di brutto, offre solo un piccolo "notiziario" dei fatti e di tutte le possibilità che sono alla nostra portata, affinché cresciamo ed impariamo tutto quello che possiamo circa la Legge del Cambiamento che dirige il nostro Universo.

I:Ching c'ispira rispetto ed umiltà davanti alla grandezza del Cielo, l'amore infinito della Terra, l'energia commovente del Tuono, la chiarezza del Fuoco, la soave perseveranza del Vento, la tranquillità della Montagna, la compiacenza del Lago, e l'esempio magistrale dell'Acqua davanti al pericolo.

I: Ching restituisce alla nostra vita la sua dimensione magica e ci ricorda che:
"La calamità può produrre la fortuna e la fortuna può produrre la calamità."
"Il guadagno sta sull'orlo della perdita e la perdita sta nel cuore del guadagno."
"Avere difficoltà perfeziona la Volontà."

I:Ching è la Legge Del Cambiamento.

astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese
homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamo