homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamocarrello
astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese

ARTICOLI >> FESTIVITA' CINESI  


VISIONE DELLA VITA E DELLA MORTE

La nuova vita dopo la morte
Nella cultura cinese la morte non è mai vista come un evento doloroso e triste.
Il funerale è un'occasione di festa, perché il defunto è passato ad una vita nuova e più felice di quella vecchia. La cerimonia dura tre giorni, durante i quali si svolgono banchetti e riti particolari. Uno di questi è molto curioso: i parenti del morto bruciano in un grande falò pezzi di carta di colore oro e argento, simboli del denaro e degli oggetti preziosi che serviranno al defunto nell'al di là.

Yin e Yang
La cultura cinese è basata sulla presenza di due elementi, Yin e Yang, che esprimono la dualità dei fenomeni, la loro opposizione e complementarità. Yin è sinonimo di notte, morte, ombra, luna, donna, terra. Yang rappresenta il giorno, la vita, la luce, il sole, l'uomo, il cielo. I cinesi credono nell'armonia degli opposti e per loro il disordine naturale è una vera catastrofe. Così anche vita terrena e al di là sono due aspetti complementari e non contrapposti di un unico universo.

ATTACCAMENTO ALLA TERRA

Il legame con la terra
Nella mentalità cinese non esiste il concetto del viaggiare per conoscere nuovi paesi e nuovi popoli. Sono molto chiusi e radicati alla loro terra di origine, alla tradizione, alla famiglia. Per esempio, quando sono in vacanza, desiderano restare a casa, godere della tranquillità e il riposo, invece che visitare qualche città o andare al mare.

GENNAIO - FEBBRAIO: 
CAPODANNO CINESE

La festa più importante e più sentita in Cina è il Capodanno. Il calendario è diverso dal nostro: il loro tempo è scandito secondo le fasi lunari. Dividono l'anno in dodici mesi, ma il capodanno cade più o meno nel mese di Gennaio o Febbraio.
Per quindici giorni le scuole rimarranno chiuse e per le strade di ogni paese ci sarà festa, con musica, balli, giochi e banchetti. Tutte le sere di questo periodo i bambini faranno una processione con le candele in mano, vestiti con il costume tradizionale. Gli adulti invece si nasconderanno sotto una grande maschera a forma di serpente e sosteranno davanti a case e negozi aspettando regali e dolci.
Il Capodanno è una festa importantissima, come per noi occidentali il Natale. Ogni anno la data cambia, perché segue il calendario lunare. Si tratta innanzitutto di un incontro delle famiglie. Di solito anche chi vive all'estero torna a casa per stare insieme a parenti e amici. Oltre alle scuole, anche i negozi rimangono chiusi per qualche giorno. Durante la festa finale, ci sono fuochi d'artificio spettacolari in tutte le città dalla Cina.

APRILE: 
FESTA DEI MORTI

Nel mese di Aprile si ricordano i defunti. Tutti si recano nei cimiteri a rendere omaggio ai propri cari con fiori e incensi profumati. Il fatto curioso è che in questo periodo portano anche il cibo e spesso sostano sulla tomba mangiando tutti insieme: così da poter entrare in maggiore comunione con chi ha lasciato questa terra.

5 MAGGIO: 
DANWUGIE

In tutta la Cina il 5 maggio si svolge La festa di Danwugie, che ha radici nella tradizione antica. Si ricorda la morte di un personaggio leggendario che si era sacrificato per la patria gettandosi in un fiume. Ancora oggi in questa giornata i cinesi si recano in un qualsiasi corso d'acqua e gettano uova e riso racchiuso in una grande foglia ai pesci, in modo che mangino questo cibo e non il corpo di questo personaggio, che si pensa sia ancora presente nei fiumi.
Gli uomini poi sondano con le loro barche tutte le acque alla ricerca di qualche indizio. In alcune zone si svolge anche una gara di canoe.

MAGGIO: 
FESTA DEI DRAGONI

Il quinto giorno del quinto mese lunare, cioè verso la fine di maggio, si festeggia l'inizio dell'estate.
Si tratta di uno degli eventi più colorati, famoso per le regate di battelli a forma di dragoni su tutti i fiumi della Cina.

2 OTTOBRE: 
FESTA NAZIONALE

Il 2 ottobre è Festa Nazionale: si ricorda la nascita della Repubblica Popolare Cinese, con una parata in piazza Tien An Men a Pechino.

OTTOBRE: 
FESTA D'AUTUNNO

All'inizio di ottobre si svolge la Festa d'autunno in ogni città della Cina. È un evento particolarmente sentito, vissuto soprattutto all'interno della famiglia con banchetti e ritrovi tra parenti. Alla sera ci si riunisce per guardare la luna piena e mangiare dolci a forma di luna.

15 OTTOBRE: 
MARATONA DI PECHINO

Il 15 ottobre di ogni anno a Pechino si svolge la maratona internazionale: si tratta di un evento importante, in occasione del quale arrivano molti atleti da più parti del mondo.

Tanto per sapere:

Geografia Superficie:
9.596.986 kmq

Secondo il clima:
Zona orientale monsonica (temperata e subtropicale): 45% Zona interna del Nord-Ovest (secca o semi-secca): 30%
Zona dell'altipiano del Qinghai-Tibet (fredda): 25%

Secondo il rilievo:
Montagna: 3,2 milioni di kmq (33,33%)
Altipiano: 2,5 milioni di kmq (26,04%)
Carso: 1,3 milioni di kmq (14%)
Pianura: 1,15 milioni di kmq (11,98%)
Deserto: 1,09 milioni di kmq (11,4%)
Collina: 0,95 milioni di kmq (9,9%)
Isole: 80.000 kmq

Secondo l'utilizzazione:
Campi: 156,373 milioni di ettari
Foreste: 128,63 milioni di ettari
Pascoli: 400 milioni di ettari

Posizione Occupa la maggior parte dell'Asia orientale:
Paesi confinanti:
Mongolia e Russia a nord, Kirghizistan, Tagikistan, Afghanistan e Pakistan a ovest, India, Nepal, Buthan, Myanmar, Laos e Vietnam a sud, Corea del nord a est.

Sviluppo confini continentali:
22.000 km

Sviluppo costiero:
18.000 km

Spiagge e acquitrini litorali:
133.000 kmq

Isole:
6.536 (con superficie superiore ai 500 kmq)

Topografia:
Il vasto territorio è occupato per due terzi da montagne o deserto e solo per un decimo viene coltivato. Le altezze maggiori si registrano a nord nel Grande Khingan che separa la Manciuria dalla Mongolia, nel Xinjiang con la catena del Tian Shan, e nel Tibet, nei monti dell'Himalaya e del Kunlun. Il territorio cinese si estende da nord a sud per quasi 4000 km e da est a ovest per oltre 5000. La metà orientale della Cina è tra le regioni più ricche di acque del mondo. Un sistema idrico di tre grandi fiumi, il Fiume Azzurro (Changjiang), il Fiume Giallo (Huanghe) e il Xijiang, rifornisce d'acqua vaste zone di terreno agricolo.

Corsi d'acqua:
50.000 con bacino superiore ai 100 kmq
1.580 con bacino superiore a 1000 kmq
79 con bacino superiore a 10.000 kmq

Lunghezza totale:
220.000 km

Portata totale:
2.700 miliari di metri cubi di acqua

Laghi:
2.800 con una superficie superiore a 1 kmq
13 con una superficie superiore a 1000 kmq

Piovosità Piovosità annua media:
629 mm

Precipitazioni annuali:
6.000 miliardi di metri cubi di pioggia

Capitale:
Beijing (Pechino)

Città principali:
Shanghai, Beijing, Tianjin, Shenyang, Guangzhou (Canton).

Popolazione Abitanti:
1.276.270.000 (2001) - Escluse Taiwan. Hong Kong e Macao

Densità:
130,1 ab/km2

Distribuzione per settore lavorativo (1999) Popolazione attiva:
705.860.000 (210.140.000 in città e 495.720.000 in campagna)

Occupata nel settore primario:
353.640.000

Occupata nel settore secondario:
162.350.000

Occupata nel settore terziario:
189.870.000

Disoccupati:
5.750.000

Tasso di disoccupazione:
3,1%

Popolazione pensionata:
36.900.000

Condizioni delle famiglie urbane (2000) Da un campione di 42.220 nuclei familiari:
Composizione media: 3,13 persone
Numero medio di persone occupate: 1,68
Percentuale di occupazione: 53,67
Struttura delle famiglie rurali (1999) Da un campione di 67.430 nuclei familiari:
Composizione media: 4,25 persone
Gruppi etnici Han 92,6%, Zhuang, Manchu, Hui, Miao, Uygur ecc.

Lingue:
Cinese mandarino (lingua ufficiale, 867.200.000), wu (77.175.000), yue (cantonese, 52.000.000), jinyu (45.000.000), xiang (36.015.000), hakka (25.725.000), gan (20.580.000), minbei (10.290.000), minnan (25.725.000) e altri.

Religioni:
La Cina è ufficialmente atea; le religioni tradizionali sono buddhismo e taoismo; parecchi musulmani e pochi cristiani.

Forma istituzionale Repubblica Popolare
Capo dello Stato Presidente:

HU Jintao

Vicepresidente:
Zeng Qinghong

Primo ministro:
Wen Jiabao

Divisione amministrativa:
22 province (esclusa Taiwan), 5 regioni autonome, 4 municipalità e 2 regioni a statuto speciale (Hong Kong e Macao)

Turismo:
12.500 milioni di dollari

Trasporti Rete ferroviaria:
72.931 km

Autoveicoli:
4.700.000 autovetture, 6.750.000 veicoli industriali

Aviazione civile:
28.148 milioni di passeggeri/km, 113 aeroporti con voli di linea

Porti principali:
Shanghai, Qinhuangdao, Dalian, Guangzhou

Moneta:
Yuan renmimbi

Il Paese è diviso in tre grandi regioni, dalle caratteristiche molto differenti, dai rilievi montuosi. In Cina convivono 56 nazionalità ufficialmente riconosciute. Il paese possiede grandi risorse minerarie (carbone, ferro e metalli non ferrosi). L'uso del carbone come principale fonte di energia ha provocato un notevole inquinamento atmosferico, con piogge fortemente acide. I boschi occupano meno del 13% della superficie totale.

astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese
homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamo