homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamocarrello
astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese

ARTICOLI >> DEPRESSIONE

 di Sonja Santarpia

…non so, oggi mi sento strano, sono più nervoso del solito e ho lo stomaco in subbuglio…"
Questa potrebbe essere una frase abituale nei mesi chiave durante le stagioni del "Cambiamento."

È ben noto a tutti che, nelle stagioni del cambiamento, autunno e primavera, primavera e estate, estate e inverno, possono portare con sé questi disordini che, tranquillamente potremmo chiamare disturbi psico-corporali ed emozionali, i quali ci preparano ad affrontare o il grande freddo o il periodo del grande caldo. Le statistiche, purtroppo ci parlano, durante questi mesi di transizione, di un maggior numero di suicidi, violenza, disturbi mentali, disturbi allo stomaco ed altri squilibri .
In primavera c’è maggiore pigrizia ad uscire dal letargo invernale, il rifiuto a rinnovarsi, a esibirsi e a cercare di concretizzare tutti i progetti nei mesi estivi.
In autunno ricadiamo in questo inconveniente ma con la tristezza di dover riprendere nuovamente il nostro quotidiano: lavoro, scuola ecc..
Il non accettare queste sfide che, madre Natura ci impone, pur sapendo che nessun essere vivente, animale o vegetale ne è immune, turba la nostra salute fisica, emozionale e mentale fino a farci entrare, inevitabilmente, nel tunnel della depressione.

MI MERITO DI RICEVERE QUALCOSA DI BUONO?

In autunno risulta curioso comprovare come psicologicamente il simbolismo tipico che esiste tra la stagione della raccolta e quella della fruttificazione sia contraccambiato nel raccolto e nell'accettazione del trionfo personale, nella fiducia delle proprie risorse e qualità e di conseguenza nella convinzione del merito personale.
Le persone che non vivono difficoltà o conflitti, attraversano questi cambiamenti stagionali senza grandi problemi, adattandosi come dei camaleonti. Mentre, quelle la cui autostima è in conflitto, mostreranno ogni tipo di sintomo, più o meno grave e pericoloso nella propria vita, in funzione della profondità del loro conflitto.

NON TUTTE LE COSE PORTANO ALLA DEPRESSIONE

Oggigiorno è normale sentirsi dire "…non voglio uscire perché sono depresso!"
Esiste però la tendenza a sottovalutare questa parola: "depressione."
La depressione è qualcosa di molto più profondo e importante dei sintomi che abbiamo, ad esempio quando al mattino ci alziamo con il piede sbagliato o quando abbiamo passato la notte senza chiudere occhio.
Questo tipo di "depressione" può durare un giorno o al massimo due.
La depressione per il cambiamento di stagione si presenta ogni tre mesi circa, e può durare molti mesi o addirittura anche anni. Senza dubbio la confusione, a causa del cambiamento di stagione, è la più comune delle due, e porta inesorabilmente alla Depressione.

  • Attaccamento al passato

  • Paura del futuro

  • Resistenza al cambiamento

La depressione è lo stato nel quale appaiono diversi segni psico-emozionali distinguibili in sei distinti settori:

  1. pensieri pessimistici,

  2. colpevolezza,

  3. tristezza,

  4. paura,

  5. mancanza d’interesse per le relazioni,

  6. profonda fatica.

Questi segni che normalmente vengono accompagnati da confusione fisiche come l’insonnia, l’inappetenza, la stanchezza muscolare, possono anche manifestarsi in sintomi di ansietà come palpitazioni, sensazione di soffocamento e confusioni digestive. Alla luce di quanto abbiamo detto precedentemente, è importante riconoscere la differenza tra la depressione stagionale, che potremmo chiamare stato depressivo, dalla depressione patologica, dato che la prima è passeggera e la seconda può durare nel tempo.
Nonostante entrambe ci indicano chiaramente che ci sono delle cause psico-affettive che la possono generare e che, in qualsiasi caso, devono essere trattate con la psicoterapia breve o con un trattamento psicologico prolungato, non bisogna confondere la tristezza normale, risultato di un avvenimento doloroso come la morte, la separazione, il licenziamento, con la depressione, che ha più che vedere con delle carenze e conflitti che la persona ha avuto, o ha nel suo mondo affettivo e nel suo sviluppo psichico.

COME VINCERE LA DEPRESSIONE CON METODI ALTERNATIVI

Sarebbe sempre meglio rivolgersi ad uno specialista, ma se non volete ancora ricorrere a questo rimedio, allora armatevi di pazienza e di tanta volontà per iniziare questo cammino alternativo.

  • Uno degli alleati imprescindibili è la dieta. Tanto la primavera come l'autunno sono stagioni di pulizia. Infusioni depurative di cicoria, crescione, dente di leone, coda di cavallo, liquirizia o zenzero sono i più raccomandabili. È anche un momento ideale per i digiuni totali, oppure parziali con uva, ananas, pere o mele per la mattina e brodi di verdure, lattuga, carote, nel pomeriggio.

  • Possono essere efficaci anche i rimedi naturali come ad esempio i fiori di Bach, a questo proposito meglio che ti affidi ai consigli di uno specialista.

  • Dato che l'autunno è un'epoca che dirige i polmoni e l'intestino crasso, tutto quello che sia tonico per loro, a parte la dieta che abbiamo menzionato già, sarà appropriato per fare in modo che l'energia fluisca ed i conflitti interni non blocchino o si manifestino come stati depressivi. Respira coscientemente, corri, suda, stropicciati la pelle con un guanto di crine, fai bagni - non molto caldi - con luppolo e rosmarino e prendi dell’olio di oliva di prima premuta a freddo con un getto di limone e due gocce di camomilla.

  • Crea una lista di tutti i tuoi gusti e leggila spesso. Concediti dei piccoli vizi che appaghino il tuo corpo.

  • Vestiti con colori allegri o perfino urlatori, rosso, violetta forte, fucsia, benché il più "antidepressivo" sia il colore arancione.

  • Creati alcune affermazioni per "alzare" il coraggio e pensa in positivo e nel presente. Ripetiteli molte volte durante il giorno.

  • È il momento per cominciare ad approfondire la tua vita spirituale. Impara a osservare una "disciplina meditativa", senza dimenticare che la base della meditazione è una buona respirazione. Ti alzerai al di sopra dei tuoi problemi.

  • Il metodo della relativizzazione è poderoso quando impari a dare alle cose l'importanza che hanno. Ricordati che ci sono sempre persone che stanno passando o che hanno passato situazioni peggiori delle tue.

  • Comincia un periodo di consapevolezza sensoriale servendoti, ogni settimana, di un senso distinto: tatto gusto, olfatto, ecc… Cerca di potenziarlo e di farlo diventare sempre di più cosciente nella tua vita. Imparerai a sentire il benessere in ogni cosa che ti circonda.

  • Iscriviti a corsi di yoga, tailandese-chi, aerobica o qualunque altra disciplina che faccia esercitare i tuoi muscoli e le articolazioni in una maniera armonica e coordinata. Può essere anche utile fare lunghe passeggiate.

  • Cambia qualche tuo schema di vita. Cerca di vederti in modo diverso. Credi nei tuoi progetti, e identificati nell’ambiente in cui vivi. Impara a conoscerti e ammirarti.

astrologiatarocchii:chinggrafologiazodiaco tradizionalezodiaco cinese
homeconsulti gratuiti!oroscopo della settimananewsservizimaling listchi siamo